4/5/2022

Rapporto congiunturale nazionale Legacoop: preoccupa la tendenza generale dell’economia italiana.

Secondo l’ultimo rapporto congiunturale sulle imprese aderenti a Legacoop prodotto dall’Area Studi in collaborazione con Ipsos (società di ricerche di mercato e consulenza), le cooperative associate hanno chiuso il quadrimestre dicembre-marzo con segno positivo e prevedono un aumento della domanda anche nei mesi a venire. Sono però pessimiste le previsioni sull’economia italiana in generale.

 

Le imprese che registrano un aumento della domanda sono il 23%, mentre il 76% mantiene pressoché invariato il proprio posizionamento nei mercati di riferimento. Aumenti della domanda superiori alla media si sono registrati nei settori dell’industria delle costruzioni (39,1%), dell’edilizia abitativa (39,1%) e delle attività manifatturiere (35,7%). A livello dimensionale, i livelli più elevati di crescita sono evidenziati dalle medie cooperative (35,9%), mentre a livello territoriale la percentuale più elevata è al Nord (28,6%). Buona la dinamica dell’occupazione, stazionaria per il 69,1% delle cooperative e in aumento per il 17,7%.

 

Complessivamente positive anche le previsioni relative ai prossimi mesi: accanto a un 52% di cooperative che si attendono un livello stazionario della domanda, il 33% la prevede in aumento, mentre il 15% si aspetta una diminuzione. Su occupazione e investimenti prevalgono previsioni di stazionarietà, ma le ipotesi di aumento sono più elevate di quelle di diminuzione. In generale si prospetta un periodo positivo in particolare per le cooperative culturali, delle costruzioni e dei servizi.

 

Tuttavia, è aumentata notevolmente, rispetto alla precedente rilevazione, la percentuale di cooperative (42%) che prevede l’economia italiana in calo, previsione sulla quale incidono fattori quali il caro energia e il caro materie prime. Infatti, la quasi totalità delle cooperative ha registrato rincari delle fonti energetiche e più della metà ha lamentato prezzi in salita anche per i servizi accessori allo svolgimento dell’attività, in particolare quelli di spedizione e trasporto.

 

A fronte dell’aumento dei costi di produzione, il 33% delle cooperative ha già rivisto prezzi e listini e un ulteriore 35% prevede di procedere a una revisione dei prezzi nei prossimi mesi, in linea con la previsione di futuri nuovi rincari dei prezzi di energia e materie prime.

 

 

In allegato il comunicato stampa e il rapporto completo.

 

download

Cerca nel sito

Agenda

Luglio

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Agosto

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Settembre

LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Ottobre

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
       

Novembre

LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930     

Dicembre

LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Gennaio

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Febbraio

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28      

Marzo

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Aprile

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Maggio

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Giugno

LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Luglio

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
       

Agosto

LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Iscriviti alla Newsletter

Multimedia

#lacooperazionenonsiferma | Legacoop Veneto: Nicola Dotto, cooperativa sociale Stefani Sport

Archivio multimedia











1 2 3 4