La vigilanza

La vigilanza, funzione sancita dall’Art. 45 della Costituzione Italiana, ha la propria finalità nella tutela del “patrimonio sociale della cooperazione”, patrimonio accumulato da ogni singola cooperativa nei decenni, di cui gli attuali soci ed amministratori sono solo i gestori pro-tempore; patrimonio storico che la cooperazione italiana, ha accumulato nei suoi 150 anni di storia. Un patrimonio fatto di cultura cooperativa, storia e credibilità. La cooperativa è un’impresa costituita in forma di società che si distingue però dalle altre per lo scopo mutualistico. È appunto per tale scopo che la società cooperativa gode di particolari trattamenti fiscali e previdenziali stabiliti dalle varie leggi. Per questo motivo il legislatore sottopone l’ente cooperativo agli opportuni controlli per assicurarne il carattere e le finalità. Infatti gli enti cooperativi sono soggetti, oltre che ai controlli interni e giudiziari, come le società ordinarie, anche ad un complesso sistema di vigilanza. L’attività di vigilanza è strumentale al perseguimento da parte dello Stato delle finalità di assicurare alle cooperative quei caratteri di mutualità e di assenza di fini di lucro che le rendono meritevoli di tutela e incentivi sia sul piano fiscale che di altra natura. L’istituto della vigilanza sugli enti cooperativi e loro consorzi, è stato istituito dal D.L.C.P.S. 14 dicembre 1947 n. 1577, e completamente riformato dal D.lgs. 220/2002. Tale decreto attribuisce la competenza in materia di vigilanza al Ministero delle Attività Produttive in via prioritaria e alle associazioni nazionali di rappresentanza del movimento cooperativo riconosciute in via subordinata. La Lega Nazionale Cooperative e Mutue è debitamente riconosciuta ed ha la personalità giuridica e la competenza ad esercitare la vigilanza sulle cooperative ad essa associate. La Legacoop del Veneto organizza ed esplica la vigilanza, almeno una volta ogni due anni, di tutti gli enti cooperativi ad essa aderenti a mezzo dei propri revisori iscritti in apposito albo. Le revisioni ordinarie hanno gli stessi effetti delle ispezioni eseguite dai funzionari ministeriali e le finalità proprie dell’ispezione sono dirette a:

  • verificare l’osservanza delle norme legislative, regolamentari, statutarie e mutualistiche;
  • verificare la sussistenza dei requisiti richiesti da leggi generali e speciali per i particolari trattamenti tributari o di altra natura;
  • verificare il regolare funzionamento contabile ed amministrativo dell'ente;
  • verificare la consistenza patrimoniale dell'ente e lo stato delle attività e delle passività;
  • prestare assistenza e fornire consiglio ai fini del retto funzionamento della cooperativa e del miglior conseguimento degli scopi statutari e per la rimozione, possibilmente immediata, di eventuali irregolarità rilevate;
  • esprimere un giudizio sulla situazione economica e finanziaria della cooperativa, nonché sul conseguimento degli scopi istituzionali.

In base alle nuove norme la revisione si conclude con il rilascio di un attestato. Tale certificazione è necessaria per il godimento di tutti i benefici ed i provvedimenti di favore previsti dalla legge. L’attività di vigilanza assume quindi un valore centrale per la vita delle cooperative.

L’Ufficio Revisioni ed Adesioni del Veneto non solo coordina e controlla il lavoro ispettivo dell’intera Regione con personale qualificato, ma si occupa anche di raccogliere gli innumerevoli dati e informazioni sociali per ogni singola cooperativa associata, al fine di gestire una banca dati sia per fornire elaborazioni statistiche sia per la consultazione di ricerca. Inoltre mantiene i rapporti con tutti gli uffici del Ministero, forma e aggiorna i revisori nell’ambito della loro attività ispettiva.

Responsabile Ufficio Revisioni e Adesioni
Gabriella Semenzato
Tel. 041.5490213 – Fax. 041.5490249
E-mail: ufficio.revisioni@legacoop.veneto.it

Cerca nel sito

Agenda

Settembre

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Ottobre

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Novembre

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930    

Dicembre

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Gennaio

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Febbraio

LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728     

Marzo

LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Aprile

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
       

Maggio

LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Giugno

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Luglio

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Agosto

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Settembre

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Ottobre

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Iscriviti alla Newsletter

Multimedia

Il Ministro Poletti e i nuovi lavori

Archivio multimedia











1 2 3 4