Newsletter n° 8 - Luglio 2016

La cooperazione che morde la crisi: le buone performance del settore industriale

Performance positive per il sistema della cooperazione di Legacoop Veneto: confermata capacità di reazione alla crisi, crescita nel numero dei soci e sul fronte dell’occupazione, buona tenuta della produzione e della patrimonializzazione delle imprese.
È quanto emerso nel corso della nostra assemblea regionale, occasione anche per fare il punto della situazione, confrontarsi sulle sfide aperte e contingenti, immaginare gli scenari futuri, ma pure condividere le traiettorie lungo cui muoversi per farvi fronte insieme, facendo leva proprio sui valori connaturati nella cooperazione per essere più forti e competitivi.


367 cooperative associate, più di 458mila soci, un valore di produzione realizzato di oltre 2,6 miliardi di euro, 30.888 addetti occupati: è la fotografia restituita sulla base dei dati dei bilanci 2014 delle cooperative attive e aderenti a Legacoop al 31/12/2015.


Da molto tempo andiamo ripetendo e dimostrando - dati alla mano - come il movimento stia trasmettendo segnali incoraggianti.
Lo facciamo ancora una volta, per evidenziare, con orgoglio e speranza insieme, come la cooperazione rappresenti una delle risposte e una delle soluzioni in questo contesto di mercato difficile e vulnerabile. Ancor di più se focalizziamo l’attenzione sulle cooperazioni industriali.


Ne abbiamo parlato più volte negli ultimi mesi: l’incontro con l’Assessore Donazzan ci ha permesso di fare il punto sul comparto, facendone emergere un quadro interessante come raccontano i numeri che trovate anche in questa newsletter. Un dato, però, mi preme sottolineare fin da subito: oltre il 40% delle imprese cooperative industriali associate sono nate dopo il 2008, cioè proprio con l’avvento della crisi economica. Si tratta di imprese nate da workers buyout, ma anche di start up partite da zero, che nei settori più vari hanno visto donne e uomini unire le forze per creare imprese manifatturiere, e di cui parleremo nei prossimi mesi. Queste imprese, che ci fanno guardare con ottimismo al futuro, si affiancano a realtà storiche, consolidate, che continuano a rappresentare delle vere eccellenze industriali, e che sono la prova concreta della validità della soluzione cooperativa, anche nel settore industriale.


Adriano Rizzi
presidente Legacoop Veneto

Cooperazione industriale: crescono fatturato, occupazione e patrimonializzazione delle imprese, nonostante la crisi

Un valore della produzione di quasi 46 milioni e 692mila euro, un patrimonio netto di più di 22 milioni e 803mila, di cui oltre 8 milioni e 397.500 euro sono di capitale sociale: è la “dotazione” del settore della cooperazione industriale di Legacoop Veneto fotografata dai dati dei bilanci 2015 delle sue 25 cooperative,... leggi tutto

Dall’assemblea di Legacoop Veneto: dati incoraggianti ma ancora molte le sfide da affrontare

Online il sito di Generazioni Veneto, il coordinamento degli under 40 di Legacoop

Denis Cagnin nuovo presidente del Comitato territoriale di Padova

Nasce il nuovo Comitato di Treviso-Belluno: alla guida Fabiana De Luca

Conciliazione tempi di vita e tempi di lavoro: il concorso di Legacoop Veneto premia le buone prassi

Disabilità: presto l’avvio di un tavolo di lavoro regionale. Il sì dell’assessore Lanzarin alla sua costituzione

Wbo: ripartita la produzione della Berti, ora cooperativa.

Isfid Prima: ha preso il via il progetto formativo per workers buyout

Wbo/Coop Zanardi: il servizio televisivo della prima rete pubblica tedesca

Assemblea Clea, bilancio 2015: numeri incoraggianti e l’ingresso nel consorzio Integra

Assemblea Cssa, bilancio 2015: nuovo assetto gestionale e utili in crescita. Innovazione, specializzazione e territorialità le sfide per il futuro.

Primo bilancio attività per Kostruttiva: importanti risultati dalla riorganizzazione interna del consorzio e dal lavoro commerciale

Ottimo il primo bilancio della cooperativa industriale tutta al femminile “Cuci con noi” di Oderzo

A Verona nasce “Spazio 65+”: la piattaforma web dedicata ai progetti e ai servizi per gli over 65 creata dalla cooperativa sociale Aribandus

A Santa Maria Maddalena di Occhiobello, il primo ambulatorio dentistico “a marchio coop” in Veneto