Newsletter n° 3 - Gennaio - Febbraio 2014

Stop ai tagli indiscriminati della spesa pubblica in beni e servizi

La situazione che si è venuta a creare nel settore delle pulizie delle scuole in molte città della nostra regione mette davanti agli occhi di tutti un tema evidente nella sua urgenza e denunciato da Legacoop da molto tempo: il taglio lineare della spesa pubblica in beni e servizi agisce indiscriminatamente e determina conseguenze negative sui cittadini, sui lavoratori e sulle imprese.

Ne abbiamo la riprova non solo sul fronte dei servizi (pulizie, sanità, ristorazione, ecc.) ma anche su quello delle gare che riguardano lavori pubblici. E qui va introdotto un secondo tema: quello delle modalità di aggiudicazione delle gare. Il meccanismo del massimo ribasso determina un conseguente abbassamento della qualità imprenditoriale; fa spesso vincere imprese (cooperative e non) che pur di aggiudicarsi il lavoro sono disposte a proporre ribassi insostenibili dal punto di vista economico e finanziario.

Ultimo tassello: molto spesso ad essere avvantaggiate sono le imprese meno rispettose delle regole del mercato (regolarità contributiva, fiscale, qualità, ecc.), a svantaggio di quelle che hanno investito in fattori strategici della produzione.

Poi la cosa più semplice, è criticare di volta in volta questa o quella impresa o cooperativa: Legacoop Veneto è la prima a rivendicare condizioni di lavoro dignitose per i soci lavoratori delle cooperative, il rispetto dei contratti e la possibilità per le imprese di gestire contratti che permettano anche di pensare ad investire allo scopo di garantire occupazione e sviluppo.

Occorre avere la consapevolezza che tutto questo si scontra, questo è il punto, con logiche di politica-economica che ritengono di poter mantenere i conti in regola dei bilanci pubblici senza considerare l’importanza del lavoro e dell’impresa.

Una visione miope e di respiro assai corto che non può che condurre a servizi più scadenti, ad una diminuzione degli investimenti in opere pubbliche, ad una riduzione dell’occupazione, dei redditi e delle condizioni di lavoro, ad un indebolimento della struttura imprenditoriale. In una parola: recessione.





Adriano Rizzi
presidente di Legacoop Veneto

Nasce l’associazione “unitaria e unica” della cooperazione italiana

Nasce la “nuova, unitaria ed unica associazione di rappresentanza, assistenza e tutela delle cooperative italiane”. Una casa comune che farà crescere l’integrazione delle tre centrali fino alla nascita di un’unica centrale cooperativa. Lo ha deciso mercoledì 29 gennaio la IV Assemblea dell’Alleanza... leggi tutto

Annuario 2013 delle cooperative venete di Legacoop

Il ministro Zanonato in dialogo con Legacoop

Questione sgravi contributivi Venezia/Chioggia: Legacoop Veneto tiene alta l’attenzione

Capace: online la Carta delle prestazioni associative certe ed esigibili

Cig in deroga: proroga per il primo trimestre 2014 e ulteriore stanziamento per fabbisogno 2013

Attività di pescaturismo: in partenza a febbraio il corso obbligatorio

Da "badanti" a assistenti familiari

La cooperativa culturale Cinema Campana festeggia i 65 anni di attività

Il Cantiere Navale Polesano guarda alla Slovenia

Brio Spa: 2013 anno di successi

Il bilancio sociale 2012 della cooperativa Socioculturale

CSD - Cooperativa sociale disoccupati: quando la cooperazione salva dalla crisi…

7 Febbraio 2014

Cerimonia di Inaugurazione XII edizione MUEC - Bologna

7 Febbraio 2014

Workshop "Opportunità di sviluppo del pesca-ittiturismo"

14 Febbraio 2014

Direzione Regionale Legacoop Veneto - 14/02/2014

18 Febbraio 2014

La rete dei Centri Servizi e dei Professionisti accreditati di Legacoop