15/5/2013

Cooperfidi Italia - Nel 2012 garantiti 500 nuovi finanziamenti

Nonostante la crisi nel 2012 sono stati garantiti 500 nuovi finanziamenti per circa 70 milioni di euro. Lo stock complessivo sfiora i 200 milioni e per il 2013 si prevede un incremento del 40% per rilanciare l’economia cooperativa. È la foto sintetica di quanto emerge dall’assemblea di Cooperfidi Italia, il consorzio fidi della cooperazione (Legacoop, Confcooperative e Agci) che ha approvato il bilancio dell’esercizio 2012. Un anno pesante per le cooperative, penalizzate dalla generale flessione dei consumi, dalla crisi dell’edilizia e dai ritardi nell’incasso dei crediti verso la pubblica amministrazione. Si sono contratti gli investimenti, anche quelli relativi alle energie rinnovabili che negli ultimi due anni avevano conservato un discreto tasso di sviluppo. Ovviamente anche il portafoglio dei crediti garantiti da Cooperfidi Italia ha registrato un importante deterioramento coperto dai fondi pubblici e dalle riserve.
L’esercizio si è chiuso con una perdita di 67.000 euro, dopo aver puntualmente coperto il portafoglio deteriorato e costituito accantonamenti su portafoglio in bonis per complessivi euro 2.137.802. Nel corso dell’anno Cooperfidi Italia ha garantito 500 nuovi finanziamenti per complessivi 69.548.000 euro. Lo stock dei finanziamenti garantiti è così salito a 195.241.392 euro, al 49% concentrato in Emilia Romagna, 19,5% nell’Area Nord, 18% nell’Area Centro, 13,5% nell’Area Sud.
«È il bilancio di un esercizio che dopo l'iscrizione all'Albo degli Intermediari Finanziari Vigilati – dice il vicepresidente Mauro Frangi – ha visto la riorganizzazione della "macchina operativa" per adeguarla ai requisiti operativi prescritti. Con l’apporto dei Fondi Mutualistici, è progredita la patrimonializzazione della società SINO A RAGGIUNGERE IL VALORE DEL 14,53% al 31.12.2012. La crisi che le imprese cooperative attraversano ha segnato pesantemente il bilancio. In primo luogo, si è contratta la domanda di credito, in connessione con la riduzione degli investimenti delle imprese e con la minore erogazioni bancarie, ma, soprattutto, sono cresciute in modo significativo le sofferenze e, quindi, conclude Frangi – i necessari accantonamenti prudenziali a copertura. Per questa ragione è significativo che l'assemblea abbia deliberato un ulteriore incremento del patrimonio di vigilanza, avvalendosi delle disposizioni previste dal "decreto salva Italia"».
 Cooperfidi ha messo a punto un’adeguata attività di monitoraggio secondo le indicazioni impartite da Banca d’Italia ai confidi intermediari finanziari. Le posizioni a “incaglio” al 31/12/2012 risultavano pari ad euro 15.311.000, al 49% concentrate nel settore delle costruzioni, “incagli” cha hanno trovato puntuale copertura nei fondi rischi.
Nel corso del 2012, per effetto degli interventi dei fondi mutualistici della cooperazione che hanno sottoscritto quote di nuovo capitale e strumenti innovativi di capitale per complessivi 8.150.000 euro, l’indice di patrimonializzazione della società è salito dal 9.28% del 2011 al 14,50%.
Grazie all’elevato patrimonio libero, Il Consiglio di amministrazione ha programmato per il 2013 un incremento dell’attività del 40% per contribuire al rilancio dell’economia cooperativa.
Nel corso del 2012, per effetto degli interventi dei fondi mutualistici della cooperazione che hanno sottoscritto quote di nuovo capitale e strumenti innovativi di capitale per complessivi 8.150.000 euro, l’indice di patrimonializzazione della società è salito dal 9.28% del 2011 al 14,50%.
Grazie all’elevato patrimonio libero, Il Consiglio di amministrazione ha programmato per il 2013 un incremento dell’attività del 40% per contribuire al rilancio dell’economia cooperativa.

 

Fonte Legacoop:

http://www.legacoop.it/visualizzaNews.aspx?id=8148

 

Cerca nel sito

Agenda

Febbraio

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728   

Marzo

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
       

Aprile

LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930     

Maggio

LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Giugno

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
       

Luglio

LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Agosto

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Settembre

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

Ottobre

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Novembre

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Dicembre

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Gennaio

LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Febbraio

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829 

Marzo

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Iscriviti alla Newsletter

Multimedia

Legacoop Veneto: La cooperazione sociale e l'accoglienza dei migranti

Archivio multimedia











1 2 3 4